Per prima cosa vediamo di spiegare il significato di e-learning e cosa si intende in concreto per formazione E-learning.

Se ci affidiamo a Google, la definizione che ci viene data è: “apprendimento per mezzo di corsi multimediali fruibili soprattutto a distanza attraverso Internet”.

Semplificando, l’E-learning è un tipo di formazione che permette di seguire corsi direttamente online.

I due requisiti fondamentali per l’E-learning sono:

  • un dispositivo dotato di connessione internet, ad esempio un computer, tablet o anche uno smartphone;
  • essere online.

Un corso in E-learning è pertanto un corso fatto a distanza, non in aula e non con la presenza di un docente. Per questo l’E-learning rientra nella cosiddetta Formazione a Distanza, spesso abbreviata con l’acronimo FAD.

E quando si sente parlare di corsi FAD o corsi E-learning spesso si intende la stessa identica cosa.

COSA POSSIAMO EFFETTIVAMENTE FARE CON L’E-LEARNING?

Per semplificare al massimo, i corsi E-learning sono delle pagine online in cui viene sviluppato un argomento nel modo più interattivo possibile. Il loro compito è quello di coinvolgere l’utente e sopperire alla mancanza di un docente in carne e ossa. Un corso E-learning ben fatto conterrà testi, ma anche video, file audio, quiz, esercizi e spazi che consentano all’utente di interagire in prima persona.

Ogni corso è diverso, per contenuti, struttura, tipo di materiale, ma esistono comunque alcuni elementi in comune:

  • Moduli: i corsi E-learning solitamente sono divisi in moduli, cioè capitoli. Quasi sempre occorre terminare un modulo, per poter passare al successivo.
  • Tracciato: ogni attività dell’utente viene monitorata. La piattaforma registra il tempo in cui l’utente è collegato, i moduli che visita, i test che fa, gli errori ecc…
  • Spazi di interazione: sezioni (virtuali) in cui si può interagire con tutor, docenti o altri iscritti al corso. L’interazione può essere una chat, un forum, una chiamata/video chiamata…
  • Test: solitamente prove scritte (a crocetta, a domande aperte, a risposte multiple, ecc…) con o senza votazione che servono per monitorare il grado di apprendimento dell’utente.